Parte a Sestu la raccolta dell’olio esausto domestico

Dal 1° luglio partirà a Sestu il servizio di raccolta dell’olio esausto proveniente dall’uso domestico. Se è abbastanza noto che i fritti in generale non siano tra gli alimenti più salutari della nostra dieta, sembra però sfuggire ai più che l’olio residuo della frittura è un rifiuto pericoloso per l’ambiente. Non smaltito correttamente può provocare gravi danni dagli ingenti costi economici. E’ stato verificato che un solo litro d’olio se versato in uno specchio d’acqua può formare una pellicola inquinante grande quanto un campo di calcio ed è capace di rendere non potabile un milione di litri d’acqua, equivalente al consumo di un individuo per ben 14 anni. Se disperso nel suolo, l’olio esausto può impedire l’assunzione delle sostanze nutritive da parte della flora e  quando rientra nella catena alimentare, ad esempio come mangime per gli animali, ha conseguenze nefaste anche sulla nostra salute. L’assessore Maria Fedela Meloni, che sta promuovendo l’iniziativa e avviando una campagna di sensibilizzazione presso i cittadini di Sestu, specifica inoltre che “l’olio utilizzato nelle abitazioni, soprattutto l’olio di frittura,  è colmo di residui solidi e composti inquinanti secondari che di regola confluiscono nei lavandini, nei water e successivamente nelle fogne, provocando un’incidenza negativa sulla depurazione. L’olio da cucina se smaltito in modi non consoni, può provocare gravi inconvenienti al sistema fognario comunale, mentre dal riciclo si possono ottenere prodotti ecologici.”

La raccolta dell’olio esausto proveniente dall’uso domestico, che non avrà alcun costo per il Comune e quindi per il cittadino, avverrà porta a porta (usa e getta) secondo il seguente calendario:

Zona A: il primo lunedì del mese (2 luglio, 6 agosto, 3 settembre, 1 ottobre, 5 novembre, 3 dicembre);

Zona B: il secondo martedì del mese (10 luglio, 7 agosto, 11 settembre, 9 ottobre, 6 novembre, 11 dicembre)

Gli olii commestibili dovranno essere riposti accuratamente in semplici bottiglie di plastica.

(S. M.)

About these ads

  1. Io credo che sia legittimo esprimere critiche nei confronti dell’amministrazione in merito alle informazioni sui servizi, informazioni che qualche volta possono anche essere state carenti. Penso però che un minimo di serietà sia d’obbligo anche nell’esprimere le proprie opinioni.
    In questo caso c’è una convenzione che è stata stipulata il 26 giugno e subito dopo pubblicata sul sito del comune, con la contestuale distribuzione di volantini nei locali pubblici e nelle edicole. Beh, mi pare veramente un’esagerazione sostenere ad appena due giorni di distanza che “i cittadini non sono stati informati” e presagire, prima ancora che il servizio abbia inizio, che “migliaia di bottiglie rimarranno nelle strade”. Veggente o come si dice in sardo, “stampunieddu”?
    Spero non si tratti di banali opinioni preconcette, utili solo per demolire anche le iniziative positive che vengono attuate.
    Cordialmente.

  2. Vorrei sapere come mai gli abitanti di Sestu non ne siano stati informati. Io, ad es, non ne sapevo nulla. Mi piacerebbe sapere anche se poi il ritiro avverrà davvero oppure resteranno migliaia di bottiglie nelle strade senza che nessuno le ritiri. Grazie

    • La notizia dell’avvio del servizio di ritiro degli olii esausti è stata trasmessa tempestivamente ai giornalisti e ai blog locali all’indomani della firma della convenzione con la società che è stata incaricata della raccolta, “Il Gabbiano” di Porto Torres, avvenuta martedì 26 giugno. Contestualmente è stata pubblicata nel sito del comune:

      http://www.comune.sestu.ca.it/notizie/news/nuovi-calendari-raccolta-differenziata

      Sono già in circolazione i calendari, disponibili presso il comune, nelle edicole e in diversi negozi e stiamo predisponendo i volantini che saranno distribuiti capillarmente a partire da domani, venerdì 29 giugno.
      Perché poi lei, BiancaneveRossa, non altrimenti nota, sostenga di non essere al corrente del servizio mentre col suo commento dimostra di esserne venuta a conoscenza, non posso davvero saperlo. Così come mi sembra azzardato che lei possa parlare a nome di tutti gli abitanti di Sestu.
      Quanto ai suoi dubbi sull’efficienza del servizio posso solo dire che prima di giudicarlo bisognerebbe almeno aspettare che parta.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...