Bookeen Cybook Orizon: il mio libro magico

Ormai lo possiedo da qualche mese, l’ho testato abbastanza e posso dirvi la mia opinione su questo ebook reader. Dopo averlo utilizzato per tutta l’estate posso aggiungere che è particolarmente utile in spiaggia nei giorni di vento, quando è praticamente impossibile tenere in mano un libro di carta; che non sono stata costretta come altre volte a leggere l’unico libro che mi ero portata in vacanza anche se non mi piaceva e che la ricca collezione di fiabe sempre a disposizione mi ha aiutata a tenere buoni i miei due hobbit in più di un’occasione. Chi non avesse familiarità con questo strumento potrebbe rimanere stupito dal fatto che si possa leggere tranquillamente da uno schermo anche sotto il sole. Specifico dunque che lo schermo non è retroilluminato come quello di computer, ipad, cellulari etc., ma utilizza una particolare tecnologia chiamata inchiostro elettronico. Non possiamo leggere da questi schermi al buio, come facciamo con i computer, ma abbiamo bisogno di una fonte di luce esterna, come quando leggiamo una pagina stampata. Per lo stesso motivo possiamo tranquillamente leggere il nostro libro sotto il sole. Ho letto ormai diverse centinaia di pagine al sole e vi posso assicurare che la sensazione è proprio quella di leggere un libro su carta.

Passiamo ora al mio lettore. Da quando ho deciso che ne avrei comprato uno al momento dell’acquisto sono passati diversi mesi durante i quali mi sono documentata e ho avuto modo di seguire anche un corso di aggiornamento tenuto da Gino Roncaglia, autore di “La quarta rivoluzione”. Non sono arrivata dunque all’acquisto del tutto sprovveduta, ma giunto il momento non ho tenuto presente nessuna delle indicazioni ricevute. Si, le recensioni del Bookeen Cybook Orizon su internet erano buone, ma non lo conoscevo bene e non faceva parte della rosa di quelli consigliati. Però era disponibile da Media World, mentre per gli altri bisognava aspettare. E io avevo aspettato troppo. Fortunatamente mi è andata bene. L’unico vero difetto che ho riscontrato finora è l’assenza di dizionari. Per il resto altri piccoli problemi come l’eccessiva sensibilità del touchscreen o lo schermo che ruota ad ogni piccola inclinazione del lettore (non ho ancora scoperto se esiste un modo per bloccarlo!) li ho superati acquisendo familiarità col reader ed entrandoci in sintonia.

E veniamo ai libri. Si possono scaricare direttamente sul lettore tramite la connessione wireless ed è davvero molto semplice. Io finora li ho comprati da simplicissimus utilizzando il credito prepagato delle ricariche acquistate sul sito. Ovviamente i libri possono essere scaricati anche sul computer e poi trasferiti sul lettore. Ancora non sono moltissimi gli ebook pubblicati, ma io ho trovato la versione elettronica di tutti i libri che ho avuto voglia di leggere ultimamente. E infine i formati. Il mio bookeen legge Adobe ePUB/PDF (con o senza gestione dei diritti digitali), file TXT ed HTML; formati immagine: (scale di grigio) JPEG, GIF e PNG. I pdf sono però un po’ fastisiosi perchè per farli stare in una pagina bisogna rimpicciolire troppo e se si ingrandisci non si reimpaginano ma bisogna ritrovare il segno ogni volta che giri pagina (spero sia comprensibile!). Con gli epub è perfetto. Credo di aver detto tutto. Anzi no, un ringraziamento a mio marito che una sera ha deciso che per avere il mio libro magico, come il Cancelliere Tusman, non dovessi aspettare nemmeno il giorno dopo e si è scapicollato da Media World nonostante mancasse solo mezz’ora alla chiusura. Credo però che il mio entusiasmo l’abbia adeguatamente ricompensato.

Sandra Olianas

  1. Ciao, ho scoperto il blog grazie ad Anna e sto trovando tante belle cose.
    Ho trovato il pezzo interessante e l’ho letto con curiosità, visto che ho anch’io un lettore ebook da qualche mese.
    Una domanda: ma al mare, ancor di più nelle giornate ventose, non temi la sabbia?
    Luca

    • No… Non so se abbia uno schermo particolarmente resistente, ma ti posso assicurare che io ho portato al mare il mio lettore tutta l’estate e non ha nemmeno un graffio. Naturalmente ho cercato di prestare attenzione e di soffiare via i granellini prima di inserirlo nella cusodia, ma senza stressarmi troppo. Altrimenti avrei perso tutto i piacere!
      Approfitto del tuo commento per dare un’altra “dritta”. Io ho avuto qualche problema nel trasferimento degli ebook con DRM e ho chiesto aiuto a “Il libraio risponde” di Simplicissimus (nell’home page c’è il link in basso a destra). Mi ha risposto dopo poche ore un ragazzo gentilissimo ed efficientissimo che mi ha aiutato a risolvere il problema!

  2. Il quesito che pone Anna è un po quello di tutti noi amanti del buon
    caro vecchio cartaceo! Ritengo però che il futuro, visto il cambiamento
    tecnologico che siamo in parte “costretti” a subire, ci obbligi ad
    avere i formati elettronici. Lancio un idea: perchè le case
    bibliografiche non propongono l’acquisto dello stesso libro fornendo
    all’utente sia l’edizione cartacea che quella elettronica nel singolo
    acquisto?

    • Sono perfettamente d’accordo. Si dovrebbe poter acquistare anche solo la versione elettronica, ma per chi compra quella cartacea il file dovrebbe essere compreso nel prezzo.

  3. Leggere questo articolo mi mette decisamente in conflitto con la mia parte tradizionale di “topo da biblioteca”…. Nonostante indubbi vantaggi del lettore di e-book, che permette di avere a disposizione tutti insieme tanti testi da leggere, e nonostante questi indubbi vantaggi siano una tentazione fortissima e generino una grande curiosità, risuona improvviso nelle mia mente il “canto” dei libri tradizionali…. l’inconfondibile fruscio delle pagine dei tascabili, che quando invecchiano un pochino si ingialliscono e acquisiscono la patina del tempo…. e mi ispirano davvero tenerezza questi aspetti, la ruvida superficie che mi fa pensare alle rughe umane… sono il segno distintivo della vita che scorre e lascia le sue tracce. Per non parlare della possibilità materiale di sfruttare senza ritegno i margini delle pagine per appuntare a matita punti esclamativi e altri segni che marcano il gradimento o lo stupore rispetto ai contenuti… sottolineare passaggi che la mente cattura come significativi e, perchè no?, addormentarsi clamorosamente sul libro aperto e svegliarsi nel cuore della notte con le pagine stampate sulla guancia….
    E’ dura essere a un bivio per scegliere tra il comodo tecnologico e lo scomodo delle pagine… per me i libri sono come “fratelli” o “amici”, compagni di viaggio della vita o di singoli momenti… e mi piace vederli lì a invadere la libreria, prenderli, leggerli e rileggerli, prestarli e vederli ritornare… che dire: salterò mai il fosso?

    • Quanto mi riconosco in queste argomentazioni! Erano le stesse mie fino a poco tempo fa. Ero anche io una di “Quelle che l’odore della carta e il frusio della pagina etc. etc. “Ma vedi, anche la mia casa è piena di libri e ho cominciato a sentire il bisogno di fare spazio agli albi illustrati (di quelli al momento non conosco versioni elettroniche accettabili). Vivo e lavoro in ambienti impregnati dall’odore della carta (e dopo 2 anni a catalogare le seicentine della biblioteca universitaria ne avevo impregnate anche le narici!). La versione cartacea di Orgoglio e Pregiudizio è il mio oracolo per le scelte importanti. Il libro a stampa fa talmente parte di me, della mia storia, del mio modo di essere, che a volte ho l’impressione di essere io stessa una persona di carta. Non ho dunque rinunciato alla poesia della carta, ho solo scoperto che può esisterne anche nei bit, anche se sono inodori e non producono fruscio. Allora lo salti questo fosso? Se vuoi sono qui per tenderti una mano;-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...