Autori e libri tra storia e letteratura/2

HOMBRES Y DINERO di Pietro Maurandi (Cuec 2010)

“Ma ora c’è un altro problema, che voi mi dovete risolvere. Sono i giudici, di cui non riesco a liberarmi….devo liberarmi di questi giudici, ma come?”  … “direte che le testimonianze sono false, che i giudici hanno lavorato male, oppure…ah si ecco, che i giudici non sono obiettivi perché parenti o partigiani dei protagonisti” … “Annullate il processo e nominate un apposito consiglio per allestirne uno nuovo, con giudici fidati…nuove indagini e nuovi testimoni”.  Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, questi dialoghi non sono tratti dalla cronaca dei nostri giorni, ma si riferiscono a fatti accaduti ben quattro secoli fa, quando a Cagliari, tra le strade contorte e i vicoli maleodoranti di Castello, si consumarono due sanguinosi delitti destinati a sconvolgere l’intera Sardegna. In questo libro Pietro Maurandi racconta un episodio emblematico della storia e del carattere dei sardi e attraverso la rilettura del “caso Camarassa” traccia un affascinante affresco dell’epoca: Pensavo di dover indagare semplicemente su due delitti…” disse don Herrera a Pasqual. “E non è così?” gli chiese l’archivista. “Non proprio, perchè mi sono trovato di fronte alla Sardegna Spagnola, una cosa ben più complicata”. 

Il libro sarà presentato Venerdì 21 ottobre, alla presenza dell’autore, dal Circolo dei lettori di Elmas EQUILIBRI. Nel corso dell’incontro Alfio Desogus, direttore della RP Sardegna Onlus, proporrà “Due diversi modi di leggere”: modalità di lettura con tecnologie assistive per persone con difficoltà di lettura.

L’incontro si svolgerà a Elmas, a partire dalle ore 18, nella Sala Riunioni della Biblioteca Comunale, Piazza Chiesa San Sebastiano, 3 – 1° piano.

(S. M.)

Una risposta

  1. Questo romanzo è un affascinante giallo storico. Ben tratteggiati i personaggi principali e altrettanto caratterizzati quelli minori, come Antonio il bastasciu di Estampace o Pasqual l’archivista della Reale Udienza, che nel complesso esprimono il carattere dei sardi: fieri, coraggiosi, capaci di ribellarsi ai soprusi ma eternamente dilaniati tra la consapevolezza dei propri diritti e la lealtà verso il sistema politico più grande di cui fanno parte e di cui comunque hanno sempre riconosciuto l’importanza, pur rivendicando con essi un ruolo di parità. E non meno interessante la tesi storica sostenuta dall’autore…mi piacerebbe invitare Pietro Maurandi a presentare il suo libro anche a Sestu.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...