La Costituzione Italiana secondo Maria Lai

E’ di questi giorni la notizia dell’attribuzione del Premio Camera dei Deputati all’artista sarda Maria Lai, conferito all’opera intitolata “Orme di Leggi” nell’ambito dei festeggiamenti per il 150° anniversario dell’Unità d’Italia.
Ho conosciuto Maria Lai diversi anni fa e fui da lei coinvolta, insieme a un piccolo gruppo di amici, nel suo “Gioco dell’arte”, che durò qualche ora di un pomeriggio fresco e assolato nella sua casa di Cardedu, circondati dai gatti e da un’atmosfera serena di un tranquillo quotidiano.
Sembra stridere tutta questa normalità se pensiamo alla realtà di questa splendida e giovane 92enne che ha fatto della sua ispirazione artistica un rivoluzionario messaggio di vita, rompendo spesso gli schemi e parlando un linguaggio al tempo stesso vivace e profondo, intimo e politico in quanto universale. E mentre quella sera si parlava di vita e di arte, ricordo il suo volto illuminarsi più volte di passione, dell’urgenza di comunicare e condividere, coinvolgendo tutti nel suo meraviglioso mondo a misura di bambino… dove per “bambino” si intende, a mio giudizio, l’ingenua e positiva apertura dei bambini verso il mondo che li circonda e la curiosità di scoprire i mezzi per rappresentarlo.

E Maria Lai, con la sua lunghissima carriera artistica, ha espresso ed esprime nuovi modi di parlare del legame con la terra, intesa come natura e come tradizione nella quale affondare le proprie radici, trampolino di lancio per espressività e sensibilità nuove.
Lo spartiacque della sua ricerca, tutt’ora in movimento (e non potrebbe essere diversamente: chi ha avuto la fortuna di conoscerla e parlarci anche solo per una sera non faticherà a riconoscerlo), è avvenuto a partire dagli anni ’60, quando si confrontò con l’uso di materiali diversi, combinandoli e plasmandoli: tele, fili, terracotta, tra gli altri, attraverso un percorso che l’ha portata nel tempo a collaborare con artisti di diversi generi, uno su tutti il teatro, e a partecipare a diverse e stimolanti mostre collettive.

Una poetica così essenziale esprime uno sguardo capace di vedere legami che altri non vedono – è il privilegio degli artisti veri – e di evidenziare alla coscienza collettiva connessioni tra cose, materie, anima, terra, luce, oblìo… che ai più non saltano agli occhi: materiali o metafisici che li si voglia intendere.
Questo mondo interiore viene comunicato anche nell’opera vincitrice del premio di cui si parla, e non mi pare ardito quanto sostenuto da Maria Paola Masala in prima pagina sull’Unione Sarda del 18 novembre scorso, quando intitola il suo pezzo “La poetica Costituzione di Maria Lai”. Mi sembra un’interpretazione azzeccatissima e al contempo la accolgo come un invito a “sfruttare” l’opera di Maria Lai come tramite per rileggere in chiave poetica la nostra Costituzione.
Mi corre l’obbligo di avvisare che intendo questa rilettura scevra di melensaggine, la quale farebbe torto sia all’artista che al testo della Costituzione (quale migliore espressione del compimento dell’Unità che si festeggia?), ma nella convinzione che oggi solo questo particolare angolo di visuale può mettere nuovamente in evidenza il valore civile della nostra Carta, perché concepita (con un’impronta assolutamente d’avanguardia per i tempi) tenendo al centro l’uomo/cittadino e i suoi bisogni/diritti.

Che l’arte, nella sua libertà poetica, possa farci riscoprire il messaggio dirompente del fondamento del nostro vivere comune? È di questo legame tra noi e la Legge, tra cittadino e cittadino, persona e persona, che vuol parlare quella grandissima tela intessuta di pagine collegate da fili che mettono insieme la storia e il presente?

Anna Pistuddi

Per approfondire:
http://www.sardegnacultura.it/j/v/253?s=25002&v=2&c=2678&c1=2818&visb=1&t=1
http://www.stazionedellarte.it/

Rassegna stampa:
http://www.regione.sardegna.it/documenti/1_146_20111118083130.pdf
http://www.regione.sardegna.it/documenti/1_146_20111118091338.pdf
http://lanuovasardegna.gelocal.it/cronaca/2011/11/18/news/unita-d-italia-il-premio-a-maria-lai-5303362
http://www.sardegna24.net/cultura/la-camera-premia-maria-lai-1.40167
http://museopopolare.blogspot.com/2011/10/orme-di-leggi.html (anche fonte per l’immagine di apertura)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...