CULTURAS ABERTAS

Imàgini de Salvatorangelo Piredda po Sinnus

Stasera, alle ore 18:00, presso la sede dell’Associazione Proloco di Sestu (via Toscana, 7) nell’ambito di  Culturas abertas, si terrà un incontro dedicato alla lingua sarda. Nel primo degli Atobius in lingua sarda a is seis de a merì,  interverrà il prof. Francesco Carboni  per parlare dei documenti antichi scritti in sardo. Si tratta di  documenti d’archivio, i primi dei quali risalgono al medioevo e più in particolare a un periodo compreso tra la seconda metà del XI secolo e i primi vent’anni del XII. Considerati di grande importanza non solo dal punto di vista linguistico, questi documenti ci raccontano di una Sardegna divisa in quattro giudicati, e ci rivelano di un’isola che non è mai stata isolata. Et xi quis ista brebe audire ea boluerit…* non manchi all’appuntamento di stasera!

(* Dalla formula finale del documento di Barisone di Torres del 1065)

Sandra Mereu

Presentazione del libro “IL TEMPO” di Aldo Pili (Albatros, 2011)

“E’ un incontro – o piuttosto uno scontro – fortuito quello tra il professor Roci, insegnante di filosofia in pensione, e l’orologiaio Taddei, anch’egli ormai in pensione, ma abituato a passare le giornate nella sua bottega; due persone apparentemente distanti nei modi e nelle esperienze, quasi agli antipodi, due persone che hanno dedicato la propria intera vita alle rispettive passioni: la ricerca puramente intellettuale il primo e la minuziosa perizia manuale il secondo. Due strade destinate forse a incrociarsi, complice la piccola bottega dell’orologiaio e la melodia dei rintocchi emessa dai numerosi e svariati apparecchi che tapezzano il locale, per consentire loro di afferrare a piene mani i rispettivi sogni, accomunati non a caso da un fattore comune: il tempo.” 
(Dalla quarta di copertina)

Il libro sarà presentato Venerdì 2 dicembre, alle ore 18.30 presso l’aula del Consiglio comunale in via Scipione.

Interverranno con l’autore: Gianni Filippini, Mario Orrù, Gabriele Uras.