Ballu tundu de paschixedda

Ballo in fila con suonatore di launeddas di Raffaele Aruj (1850-1855)

A conclusione di un anno all’insegna della riscoperta delle tradizioni, tra le manifestazioni natalizie promosse dall’Assessorato alla Cultura e Pubblica istruzione non poteva certo mancare il ballo sardo, che in questo caso assume anche il significato di danza augurale. L’iniziativa è questa volta curata dal gruppo folk “I Nuraghi” e dal gruppo amatoriale di ballo sardo “Amore e Tradizioni”. Come è nello spirito delle “serate di ballo sardo”, non prevede l’esibizione di alcuni a favore della fruizione estetica da parte di altri, ma la diretta partecipazione dei cittadini interessati a scoprire il piacere di questa antica quanto diffusa pratica, considerata a ragione la vera tradizione unificante del popolo sardo. Il ballo di fine d’anno sarà accompagnato dai suonatori Stefania Manca e Francesco Virde. L’appuntamento è fissato per Venerdì 30 Dicembre alle ore 20 presso i locali Facin di via Roma, sede della Proloco.

S. M.

***

La foto della serata: