Mariangela Sedda e il suo ultimo libro, in settimana a Elmas

“Servire, non servono a niente” i libri, ma si delinea proprio così la figura del buon lettore, nel contrasto fra letture obbligate, non amate, e il vizio della lettura, il contagio della letteratura, la scintilla che nasce ascoltando i racconti di Poe o Stevenson, quando si vuole “sapere come va a  finire”.  E non può essere animato da intenzioni moralistiche su ciò che è bene o non è bene leggere, il buon lettore, essendo la sua una condizione esistenziale di uomo libero per antonomasia e aperto al mondo. Come viva è la letteratura contenuta  in  questo libro, che si accorge di ciò che accade intorno a noi e ce lo rimanda con  sentimento e ironia. Ad esempio nel coinvolgimento di Silvano, che dorme durante la lettura in classe delle Lettere dal carcere, e il giorno dopo  porta a scuola un riccio, “Perchè lei avrà letto Gramsci, ma  un riccio non l’ha mai visto, vero?” Ad esempio nella donna  del Sogno, così stordita, ma insieme così consapevole del suo rapporto  con i  grandi autori quando, grazie all’esplosione del computer, può leggere per prima la prima storia scritta del mondo.

(Dalla Recensione curata da Gianna Lai, in Democrazia oggi: http://www.democraziaoggi.it/?p=2222)

Mariangela Sedda presenterà il suo ultimo libro “Nel vuoto arioso del mondo” nella Biblioteca comunale di Elmas, Venerdì 16 Marzo, alle ore 18.00, piazza Chiesa. Un’occasione da non perdere per chi non avesse ancora avuto l’occasione di leggerlo o avendolo già letto volesse discuterne con l’autrice e con altri lettori. L’iniziativa è organizzata da Equilibri, circolo dei lettori di Elmas. (S. M.)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...