Pedibus calcantibus a Sestu, si può!

Ieri riaprivano le scuole in paese. Questa era la situazione che si presentava in via Torino davanti alla sede staccata della scuola media A. Gramsci. Macchine e ancora macchine durante l’ingresso dei ragazzi a scuola. Una situazione davvero insostenibile in quella strada stretta, che necessita un’inversione di tendenza nei comportamenti da parte di tutti. Genitori in primis, che non possono pretendere di accompagnare i propri figli dentro le aule in macchina. L’amministrazione comunale in accordo con quella didattica farà la sua parte per trovare soluzioni adeguate per tutti, ma non sarà sufficiente se ognuno di noi non farà la sua parte per contribuire a migliorare le cose. Per la sicurezza dei ragazzi, in primo luogo, bisogna evitare quanto più possibile l’utilizzo dell’auto privata, salvo naturalmente per i portatori di handicap. Mi dicevano che nelle scuole di via Galilei e Via Repubblica la situazione era identica. Se veramente vogliamo un paese più vivibile, a misura d’uomo, allora è necessario che ognuno di noi faccia un esame di coscienza e modifichi per il bene di tutti alcune abitudini superflue che possono essere, senza troppi sacrifici, sostituite con comportamenti alternativi. Così non si può davvero continuare.

Roberto Bullita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...