L’ultimo appuntamento SEMS: l’incontro con le scuole

“Ogni giorno per spostarci consumiamo risorse (gasolio, benzina, gas) che sono limitate (finiranno!) e dannose per l’ambiente, saturo di gas nocivi per la salute umana e per il pianeta terra. Muovendoci solo in auto non riusciamo a parlare direttamente con le persone, quelle che invece sarebbe bello incontrare camminando assieme per strada, usando la bici o i mezzi di trasporto pubblici. Abbiamo aderito alla Settimana Europea della Mobilità Sostenibile per cominciare a porre rimedio a un pezzetto del problema, perché se ognuno di noi fa la sua parte è più facile avere strade sicure, aria pulita, mamme e bimbi che passeggiano, tante persone che escono tranquille e ritrovano il piacere di incontrarsi.”

Recitava così il volantino diffuso dall’amministrazione comunale per invitare i bambini delle scuole di Sestu a partecipare all’incontro di stamattina che concludeva la Settimana Europea della Mobilità Sostenibile. Una settimana ricca di incontri in cui esperti, amministratori e cittadini si sono confrontati sulle possibili alternative all’uso dell’auto privata. Le amministrazioni pubbliche possono e devono investire risorse per progettare nuovi sistemi per il traffico, costruire le infrastrutture necessarie, coordinare iniziative utili a promuovere e incentivare forme alternative di mobilità. Ma nessun cambio di rotta potrà realizzarsi senza un vero cambio di mentalità, che ci porti tutti ad abbandonare abitudini consolidate ma non più sostenibili. Per questo il ruolo dei bambini è fondamentale, per il presente e per il futuro.

Sensibilizzare  i bambini su questi temi è importante: perché sono più recettivi e più disponibili al cambiamento, perché attraverso i bambini il messaggio arriva più efficacemente anche ai genitori e agli adulti che stanno loro intorno. E poi perché i bambini di oggi saranno i cittadini e gli amministratori di domani. L’incontro con gli alunni delle scuole elementari avvenuto in mattinata fa ben sperare.

E’ stato un incontro molto proficuo e partecipato. Tanti bambini sono intervenuti, hanno ascoltato gli esperti e poi hanno esposto le loro proposte in merito ai problemi del traffico e degli spostamenti in paese. Siamo sicuri che dopo questa mattinata “andare a scuola a piedi o in bicicletta” sarà per loro l’unico dilemma.

Roberto Bullita

A San Gemiliano “Serata della Luna”

Questa serata si inserisce nel contesto di un evento internazionale che riunisce nella stessa notte astronomi, appassionati e curiosi di tutto il mondo nell’osservazione dell’affascinante spettacolo offerto dal nostro satellite (“International Observe The Moon Night“).

L’appuntamento per la serata è presso la suggestiva cornice della Chiesa di san Gemiliano nel comune di Sestu.
L’evento si colloca infatti all’interno delle celebrazioni in occasione della festa per l’equinozio d’autunno “Vivere Sestu“, organizzata dal Comune di Sestu.

PROGRAMMA
La serata osservativa inizierà con i saluti delle autorità alle ore 20. Proseguirà poi con diverse attività di interazione col pubblico, tra cui: un laboratorio sulla Luna per bambini fino ai 10 anni (attività su prenotazione in loco), proiezioni e spiegazioni a cura di ricercatori astronomi e tecnologi dell’Osservatorio Astronomico di Cagliari, osservazione del cielo con i telescopi messi a disposizione dall’Associazione Astrofili Sardi e dai ricercatori dell’Osservatorio Astronomico.
Il nostro satellite sarà comunque solo lo spunto per affrontare anche altri argomenti riguardanti l’osservazione del cielo e gli oggetti che lo popolano; durante la serata ci sarà infatti spazio per dialogare con gli astronomi dell’Osservatorio Astronomico di Cagliari, riguardo per esempio alle missioni spaziali, ai movimenti degli oggetti celesti e così via. Allo stesso modo sarà possibile puntare il telescopio verso altri oggetti visibili in cielo oltre alla Luna.

Fonte: OAC – Osservatorio Astronomico di Cagliari