Festa di San Sebastiano 2013

Si rinnovano anche quest’anno, tra sabato 19 e domenica 20 gennaio, i festeggiamenti in onore di San Sebastiano, incentrati intorno al suggestivo rito del fuoco (su fogaròni). La festa di San Sebastiano è una tradizione che risale a tempi molto antichi, attestata a Sestu sin dal XVI secolo (vedi su questo stesso blog “La festa di San Sebastiano a Sestu” di Roberto Bullita).

Caduta in disuso negli anni ’60 del secolo scorso, questa festa è stata riscoperta e rilanciata, una decina d’anni fa, dall’associazione “S’orku Foresu e Is Mustaionnis”, a partire dai suoi legami con l’avvio del Carnevale, e in breve tempo è diventata uno gli appuntamenti più attesi e partecipati dell’anno.  Intorno a su fogaròni di San Sebastiano si radunano ogni anno centinaia di persone, sia sestesi d’origine che nuovi residenti, specie quelli provenienti da zone della Sardegna dove la tradizione del falò di San Sebastiano è ancora molto viva e sentita.

La festa avrà inizio nella serata di sabato 19, con l’accensione della catasta di legna sistemata nello spiazzo sterrato di via Piave, da cui divamperà un grande falò. Intorno al fuoco si svolgeranno le danze propiziatorie delle antiche maschere tradizionali (is mustaionis e s’orku foresu) e i balli sardi accompagnati da launeddas e organetti. La serata proseguirà con la degustazione di prodotti tipici isolani e l’assaggio di vini novelli e si concluderà  a tarda sera con uno spettacolo pirotecnico.

Per i dettagli del programma  cliccare su LOCANDINA SAN SEBASTIANO 2013.

(S. M.)