A Las Plassas si inaugura il MudA – Museo Multimediale del Regno di Arborea

Immagine1

Si inaugura il 18 maggio il Museo Multimediale del Regno di Arborèa (MudA). Riceviamo e volentieri pubblichiamo il comunicato stampa con tutte le notizie utili a chi volesse saperne di più e partecipare alla giornata di inauguarazione.
(A.P.)

Il prossimo 18 maggio 2013 a Las Plassas (VS) verrà inaugurato il MudA (Museo Multimediale del Regno di Arborèa), l’unico percorso didattico multimediale che fa rivivere la vita quotidiana nel Regno di Arborèa nell’affascinante medioevo giudicale in Sardegna.
La giornata, coordinata dal dott. Lorenzo di Las Plassas (giornalista Rai), verrà aperta con il convegno di inaugurazione, nella chiesa parrocchiale di Santa Maria Maddalena, ai piedi dei ruderi del Castello medievale di Marmilla, oggetto della giornata e del percorso didattico medievale. Al convegno prenderanno parte -oltre alle autorità delle istituzioni competenti- i professori Attilio Mastino (Magnifico Rettore dell’Università di Sassari), Francesco Cesare Casula (Università di Cagliari), Antonio Malpica Cuello (catedrático de la Facultad de Letras de la Universidad de Granada), Rossana Martorelli (docente di Archeologia Medioevale dell’Università di Cagliari) e Piero Pruneti (direttore di Archeologia Viva).
A seguire, il taglio del nastro e la visita al percorso didattico del MudA.
Nel pomeriggio e fino alla tarda serata si alterneranno una serie di rievocazioni medievali e vari spettacoli folkloristici e etnici, negli spazi attrezzati antistanti il Museo MudA, dove saranno allestiti dei gazebo per ospitare espositori tematici e di prodotti tipici locali.
Si esibiranno figuranti medievali di vari gruppi di rievocazione storica medievale e sarà organizzata una gara di tiro con l’arco medievale. Seguiranno delle esibizioni di gruppi folkloristici sardi e uno spettacolo etnico con la cantante ed attrice Rossella Faa. A fine serata, di nuovo nell’aula della chiesa parrocchiale di Las Plassas, verrà proposto un concerto di musiche medievali e della tradizione sarda.
Per chiudere la giornata, intorno alle 21,00 uno spettacolo pirotecnico con frecce infuocate, intitolato “Fuoco nell’Aere e nella Terra”.
Con questa giornata verrà inaugurato un percorso didattico che fa rivivere la vita quotidiana nel castello medievale di Marmilla, a Las Plassas, nel Trecento arborense. Percorso didattico ideato anni fa da Francesco Cesare Casula e dal Comitato scientifico del Centro di Documentazione e Comunicazione sul Castello di Marmilla e sulla civiltà rurale del Regno di Arborea tra il Basso Medioevo e l’Età Moderna, del quale hanno fatto parte negli anni Francesca Carrada, Gabriella Uccheddu, Giorgio Franco Murru, Giovanni Serreli. Con la consulenza degli storici, l’allestimento multimediale è stato progettato e curato dal regista Francesco Casu e dall’arch. Olindo Merone che ha coordinato il gruppo di progettazione. La realizzazione dei contenuti è della SCS di Ottavio Nieddu. Le musiche originali sono del maestro Romeo Scaccia.

museo2Il MudA intende rivolgersi al grande pubblico uscendo dagli stretti confini di una comunicazione specialistica rivolta a storici ed esperti del settore per attivare una riflessione avvincente sul medioevo in Sardegna e nel Mediterraneo, attraverso l’utilizzo delle nuove tecnologie che rendono immersivo il percorso conoscitivo di riscoperta della storia. Nel museo si snoda un percorso che, attraverso un’audioguida multimediale, conduce idealmente ai resti del Castello medievale di Marmilla. Gli ambienti sono attrezzati con tecnologie multimediali che fanno immergere i visitatori nelle suggestioni della vita rurale del medioevo arborense.

Il percorso multimediale si articola nella visita di varie sale dove i documenti più significativi si raccontano in prima persona e aiutano ad esplorare lo spazio, le relazioni e le funzioni del castello, come anticipazione della visita. I reperti sono contenuti in espositori cilindrici trasparenti, “teatro archeologico” dove forma, funzione, provenienza ed utilizzo scandiscono il viaggio che restituisce all’oggetto il contesto di provenienza; attraverso filmati, su schermi posti nell’espositore cilindrico, si crea una sorta di svecchiamento continuo con coinvolgimento totale del visitatore in un’esperienza percettiva completa. Un’audioguida conduce il visitatore attraverso gli ambienti del MudA e nel percorso fino ai ruderi del castello medievale.

Invito Pubblico

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...