Confronto sul verde pubblico: un dibattito aperto e costruttivo, ma per qualcuno un’occasione mancata.

verde1L’incontro sul verde pubblico per la definizione delle linee guida del nuovo regolamento comunale ha visto la partecipazione di una trentina di persone. L’occasione era stata pensata dagli amministratori, assessore all’ambiente in testa, per permettere ai cittadini di avanzare proposte e suggerimenti per la cura e la gestione del verde pubblico e la pianificazione del suo sviluppo nell’immediato e nel prossimo futuro. E ciò anche per accogliere le sollecitazioni di alcuni cittadini che nelle pagine dei social network e in altri contesti avevano chiesto di essere coinvolti nelle scelte che riguardavano il verde pubblico. La prima osservazione che si può fare dunque, stando ai numeri della partecipazione, è che il tema interessa ai sestesi, ma non troppo.

Il sindaco Aldo Pili ha aperto l’incontro con una breve introduzione tesa a rimarcare la consapevolezza dell’amministrazione in merito all’importanza del verde pubblico, ancor più in un paese come Sestu quasi del tutto privo di valori estetici architettonici. L’assessore all’ambiente Stefania Manunza ha quindi illustrato ai presenti i tre temi di base che costituiranno l’ossatura del regolamento comunale: la gestione del verde esistente; l’affidamento ai privati; la creazione degli orti urbani. Questi ultimi, è stato precisato, calati in un una realtà che nonostante l’evoluzione economica e sociale degli ultimi decenni continua comunque a mantenere una forte connotazione agricola, potrebbero svolgere la funzione di laboratori per la riscoperta di metodologie di coltivazione tradizionali o fungere da occasioni di aggregazione o integrazione sociale.

verde4La parola è quindi passata ai cittadini. Sono state avanzate diverse proposte che hanno evidenziato la necessità di avviare campagne di educazione al rispetto dell’ambiente e l’esigenza di essere supportarti con adeguata formazione in vista del coinvolgimento diretto e volontario nella gestione del verde pubblico. Dall’altra parte le proposte fatte dai presenti hanno dato agli amministratori l’occasione  per chiarire le modalità di funzionamento della pubblica amministrazione la cui mancata conoscenza è spesso all’origine di valutazioni e giudizi errati sull’operato della giunta. Nel contempo le sollecitazioni dei cittadini hanno permesso all’assessore Stefania Manunza di illustrare alcuni progetti già avviati che troveranno attuazione nei prossimi mesi. Tra questi la riqualificazione delle aree lungo il fiume. Gli spazi vuoti verranno piantumati con alberi e cespugli e adeguatamente attrezzati. Vi troveranno posto una pista salute e un’area recintata per permettere ai cani di muoversi liberamente. Invece per il potenziamento del verde pubblico nel medio termine l’amministrazione, a partire dalle ultime lottizzazioni approvate, sta vincolando la concessione dell’autorizzazione all’obbligo per i lottizzanti di realizzare e curare il verde pubblico per 5 anni.

Diverse dunque le proposte avanzate, alcune decisamente interessanti, provenienti in massima parte dai giovani. Tra queste è stata favorevolmente accolta quella di affidare alla cooperativa che vincerà il nuovo appalto per il verde anche la  formazione dei cittadini volontari. Altre proposte sono invece risultate meno interessanti quando non addirittura meno avanzate delle soluzioni previste dal piano comunale. Alcune, presentate come novità, sono in realtà esperimenti già tentati in passato dall’amministrazione ma che oggi non sono più proponibili in un contesto di forte crisi economica. Non è certamente più praticabile il coinvolgimento degli imprenditori, florovivaisti o gestori di spazi pubblici, attraverso un loro impegno anche economico nella cura del verde, seppur ripagato da un ritorno di immagine.

verde3Naturalmente non sono mancate le polemiche, alcune delle quali sono però subito rientrate perché basate su presupposti che si sono rivelati errati o infondati. E’ stata ad esempio subito smentita la notizia secondo cui il sito di S. Gemiliano viene pulito solo in occasione delle elezioni comunali: per quanto sia ancora poco infatti l’area verde di S. Gemiliano – ha obiettato il sindaco – viene pulita almeno due volte l’anno.

L’impressione generale è stata comunque quella di un dibattito condotto con toni pacati e civili, aperto e costruttivo. La seconda osservazione deriva dunque dalla constatazione che gli interventi di ieri non avevano niente a che vedere con le critiche feroci rivolte negli ultimi tempi agli amministratori dalle pagine di facebook, dove sindaco, vicesindaco e giunta al seguito sono stati accusati di aver compiuto veri e propri scempi ai danni dell’ambiente. Mi piace pensare che di fronte alla concreta manifestazione dell’interesse dell’amministrazione a voler migliorare e non distruggere il verde pubblico di Sestu, sostenuto dalla solida competenza dell’assessore Stefania Manunza, le facili e sterili polemiche di cui si alimentano spesso i social network non potevano che cadere.

Non è però da escludere che altri motivi abbiano suggerito ai più agguerriti critici dell’amministrazione in materia di verde pubblico, che pure erano presenti all’incontro, di tacere. E di lasciar perdere insieme alle polemiche anche l’occasione di avanzare le proprie proposte e quindi di incidere sulle scelte dell’amministrazione. Se è davvero andata così, la posta in gioco deve essere evidentemente assai alta in questo particolare momento. Oppure tutte quelle polemiche, ufficialmente motivate dalla volontà di migliorare la vivibilità del paese, nascondono in realtà interessi di altra natura, diciamo più pragmatica che ideale.

Sandra Mereu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...