Elezioni europee 2014: Sestu in controtendenza.

I risultati elettorali delle europee danno il comune di Sestu in netta controtendenza rispetto al dato nazionale e regionale. Ha votato appena il 41,52% degli aventi diritto. Dunque, fatto salvo un leggero aumento dell’astensionismo (alle ultime regionali aveva partecipato al voto il 48,87 % degli elettori), il dato che balza immediatamente agli occhi è la forte crescita del Movimento 5 stelle. Rispetto alle ultime elezioni in cui il movimento era presente (cioè le politiche del 2013) i grillini passano dal 43% al 47%. Un risultato importante se si considera che nel resto d’Italia il movimento di Grillo si è fermato al 21% e in Sardegna è avanzato sino al 30%. Forse uno dei risultati migliori ottenuti in Sardegna.

Di contro il PD, che nel resto d’Italia è prossimo al 41% e in Sardegna al 39%, registra a Sestu un modesto 27% (1838 voti). Cresce rispetto alle ultime regionali, quando aveva ottenuto il 16,77% (1171 voti), ma in misura di gran lunga inferiore rispetto alla provincia di Cagliari, al resto dell’isola e all’Italia. Facile attribuirne la causa alla frattura insanabile che si è venuta a creare tra le diverse anime del PD che impedisce, nei fatti, una azione unitaria in occasione delle consultazioni elettorali. Contestualmente non ha aiutato la pessima immagine che le incessanti lotte intestine hanno consegnato di questo partito al paese. Nondimeno, sul modesto risultato del PD a Sestu deve aver influito anche un certo disimpegno da parte della segreteria locale guidata da Michela Mura, palesatosi nella mancanza di iniziative pubbliche durante la campagna elettorale e nella ridotta presenza fisica di rappresentanti di lista, riconducibili al circolo territoriale, ai seggi per lo spoglio e durante tutte le operazioni di voto. Il quasi 11% in più, conquistato rispetto alle regionali di febbraio, è verosimilmente da attribuire in gran parte all’apporto dei Rossomori (5% circa ottennero alle regionali, con 200 voti), per una piccola parte ai Socialisti e per la restante parte agli elettori del centro-destra. Sono infatti tanti, lo dimostrano i risultati a livello nazionale, gli elettori del centro-destra che si sentono rassicurati da Renzi e dalla sua politica.

Il risultato della lista Tsipras (4,18%) è in linea con la media nazionale e sarda (sebbene un po’ inferiore a quella della provincia di Cagliari, dove ha registrato il 4,9%). Sostanzialmente questo risultato coincide con quello riportato da SEL nelle ultime elezioni regionali. Ed effettivamente i militanti del circolo locale di SEL “Margherita Hack” sono stati anche gli unici che abbiamo visto impegnati nella campagna a sostegno della lista Tsipras. Ufficialmente vi aderiva anche Rifondazione comunista ma evidentemente i dirigenti locali di questa formazione politica e i loro elettori hanno fatto scelte diverse.

Nel campo del centra-destra, infine, si osserva l’assenza dei Riformatori. Come un fiume carsico, questa forza politica scorre poderosa e compatta in superficie quando entra in gioco il suo leader locale, Michele Cossa, ma si inabissa o si dissolve in mille rivoli sotterranei quando gli interessi in gioco vanno oltre la dimensione locale e necessitano perciò di una visione appena più ampia. Alle elezioni nazionali del 2013 ufficialmente sostenevano, con altri, la lista Monti che raggiuse allora 650 voti; alle successive regionali hanno racimolato 1103 voti, garantendo così la rielezione al loro leader; ieri invece la lista di Monti ha preso appena 40 voti. Nell’area del centro-destra dunque l’unico partito che mantiene una certa consistenza resta Forza Italia: 14% con 946 voti.

Il giovane HoldenParafrasando il giovane Holden, alla luce dei risultati delle europee verrebbe da chiedersi: dove vanno le ochette del Rio Matzeu quando si tagliano le canne? La risposta non può che essere una: nel Movimento 5 stelle. Ed è proprio questo andamento stagionale del voto a rendere incerto e imprevedibile l’esito delle prossime e ormai vicine elezioni comunali.

Sandra Mereu

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...