(Salmo) ABECEDARIO di Fulgenzio di Ruspe, una traduzione inedita di Pinotto Mura.

Pubblichiamo di seguito una inedita traduzione dal latino di un’opera di Fulgenzio di Ruspe curata dal nostro concittadino Pinotto Mura. Lo facciamo con estremo piacere. Il contributo di Pinotto, appassionato cultore di classici greci e latini, insieme a quello di altri studiosi del nostro paese, è la conferma del ruolo che il blog Sestu Reloaded svolge nella comunità sestese (e non solo) nella valorizzazione e divulgazione della cultura.

Fulgentius_von_Ruspe_17Jh[1]Tra le poche opere di san Fulgènzio pervenuteci, oggi possiamo annoverare con sicurezza anche il Psalmus contra Vandalos Arrianos, del quale abbiamo conoscenza da circa settant’anni. Si tratta di un bellissimo componimento che meriterebbe di essere letto e divulgato.

Il componimento è stato ritrovato nel codice Vossianus Latinus 8º 69 di Leida (sec. IX), 74v-80v, da C. Lambot, che ne ha anche curato la prima edizione con il titolo Un psaume abécédaire inédit de saint Fulgence de Ruspe contre les Vandales ariens, RBen, 48, 1936, pp. 221-234. In questa edizione, il testo – secondo taluni – parrebbe aver subito degli emendamenti che probabilmente ne hanno pregiudicato quella forma che l’avrebbe reso più adatto al canto, al quale l’autore intendeva destinarlo.

Il salmo abecedario di san Fulgènzio ha il suo modello nel Salmo Abecedario scritto dal suo maestro sant’Agostino, dal titolo Psalmus contra partem Donati, da cui dipende sotto molteplici aspetti. L’imitazione da parte di san Fulgènzio non sorprende: è noto che il santo, vescovo di Ruspe, avesse dedicato moltissimo tempo e impegno allo studio dell’opera del suo grande conterraneo, al punto che, durante il Medio Evo, coloro che volevano studiare il pensiero di sant’Agostino consideravano una valida alternativa leggere le opere di san Fulgènzio, soprannominato per questo Augustinus breviatus.

Proprio il grande amore per il maestro e per la sua dottrina indussero Fulgènzio a creare e dirigere a Cagliari uno Scriptorium – oggi diremo una casa editrice – nel monastero da lui costruito nei pressi della Basilica di San Saturnino, su un terreno ottenuto in donazione dal vescovo cagliaritano di quel tempo. Qui, con l’ausilio dei suoi monaci, trascriveva pazientemente l’intera opera agostiniana e la rendeva disponibile agli eruditi e studiosi dell’epoca. La città di Cagliari e la Sardegna, nel periodo che va dal V al VII secolo d. C., era diventata un centro della cultura europea, e non solo, grazie alla presenza dei cristiani che erano stati esiliati dai re vandali dal Nord-Africa.

La presenza di questi monaci è stata per la Sardegna una vera benedizione. Essi hanno dato un contributo notevolissimo alla cultura, non solo religiosa, e alla diffusione del cristianesimo. Inoltre – non ha importanza stabilire ad opera di chi – grazie a loro la Sardegna, e segnatamente Cagliari, ha ospitato per oltre due secoli le reliquie del grande padre e dottore della Chiesa nel sito che porta appunto il nome di “Cripta di sant’Agostino”, oggi purtroppo in stato di abbandono.

Avendo constatato la mancanza di una traduzione del Salmo in lingua italiana, ho ritenuto di eseguirne una, principalmente per mio diletto, ma anche pensando di fare cosa gradita a chi vorrà eventualmente conoscere o approfondire il pensiero di questo grande monaco della Chiesa cattolica, che tanto ha dato e fatto per la Sardegna.

Non sono uno specialista nello studio della poesia medioevale, né un latinista. Pertanto quella che segue è semplicemente una libera traduzione dalla lingua latina in italiano, con tutti gli errori possibili e immaginabili che può commettere un inesperto come me, animato solo dal desiderio di far conoscere quest’opera e il suo autore anche a chi non ha la possibilità di leggere e comprendere il testo nella lingua originaria.

Fulgenzio di Ruspe_PSALMO ABECEDARIO_Traduzione di Giuseppe Antonio Mura

Pinotto Mura

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...