In silenzio, insieme a tutti gli altri

B6wklZsIMAAEBeHAlle 13 arrivo nella redazione di un giornale in cui tengo dei corsi. Sono tutti in piedi davanti alla televisione.
La signora a cui faccio lezione mi dice: “ha saputo cos’è successo?”
Resto davanti alla televisione in silenzio insieme a tutti gli altri, giornalisti, redattori, impiegati, e guardo immagini che mi sembra assurdo vedere a Parigi. Penso che avrei potuto essere nella redazione di quell’altro giornale. Perché no?!
In metro, in bus la gente al cellulare non racconta le solite banalità di cui la nostra quotidianità è fatta: “Hai sentito cos’è successo? Dove sei? Sei a casa? Sei già tornato?”
Mio marito mi chiama, mentre sono in metro: “Hai sentito cos’è successo? Dove sei? Stai tornando?”
Ci stiamo cercando come per trovarci, sincerarci del nostro ‘ancora esistere’ e metterci in sicurezza. In un lampo di kalachnikov abbiamo tutti capito che possiamo uscire di casa la mattina per andare al lavoro, fare una commissione, una passeggiata, un giro, ma che potremmo non tornare.
Alle 14.30 il mio cellulare suona di nuovo, è una mia alunna con cui ho lezione subito dopo, ha la voce rotta dal pianto e dall’angoscia: “Ha sentito cos’è successo? Ho lavorato per anni in quella redazione, ho amici, colleghi che lavorano lì, non so se sono stati colpiti. Non posso venire a lezione, aspetto notizie”.
Non so cosa dire, non trovo le parole, riesco solo a dire “mi dispiace, si faccia coraggio”.
La violenza dell’intolleranza ci colpisce tutti in una maniera o nell’altra e raggiunge il suo scopo: ridurci al silenzio.
Domani o dopodomani torneremo alla nostra normalità, ci penseranno le autorità, i servizi segreti, non lo so. Ci sarà una nuova ‘normalità’, in cui 14 persone che stamattina sono uscite di casa per andare al lavoro non sono potute tornare.

Carla Cristofoli

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...