Lavoro decente, lavoro dignitoso: il ruolo dei governi nazionali.

Quello del “lavoro dignitoso”, decent work, è un tema che sta entrando prepotentemente nel dibattito pubblico internazionale. E c’è da credere che con l’attuazione del jobs act diventerà questione di cogente attualità anche in Italia. L’Organizzazione internazionale del lavoro (OIL), la più antica agenzia specializzata dell’ONU, ne ha dato una definizione che riunisce in sé il diritto al lavoro e i diritti sul lavoro. Decent work significa svolgere un lavoro produttivo e che garantisca un equo compenso, sicurezza sul posto di lavoro e protezione sociale per le famiglie, migliori prospettive di crescita personale e integrazione sociale, libertà di esprimersi, organizzare, partecipare a discussioni che riguardano la propria vita, pari opportunità per donne e uomini. Per rendere concreti questi principi l’OIL è impegnata perché il lavoro sia in cima all’Agenda internazionale per lo sviluppo. Al suo fianco la Chiesa, che ha posto il tema del lavoro dignitoso alla base della sua dottrina sociale, oggi rilanciata con forza da Papa Francesco.

In questa Ted Conference sarda (TedxViaTirso), Giovanni Pinna spiega quale ruolo possono giocare i governi nazionali nella difesa e attuazione del decent work.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...