Piketty: “La Grecia e gli altri PIIGS non dovrebbero rimborsare i debiti”

L’economista Thomas Piketty, autore del libro bestseller “Il capitale nel XXI secolo” (tradotto per l’Italia da Bompiani) ha messo al centro della sua analisi la questione dimenticata della diseguaglianza. Contrariamente a quanto hanno fatto tanti suoi colleghi che non hanno saputo prevedere la crisi in cui ci dimeniamo, Piketty non fonda le sue deduzioni su astratti modelli matematici ma su fonti storiche, senza disdegnare l’apporto in questo senso della letteratura. In un articolo apparso su Libération e ripreso da Keynes blog, Piketty, proprio guardando alla storia, spiega che la politica del rigore dei conti pubblici imposta dall’Europa agli stati membri del sud non è una necessità assoluta a cui non si può derogare. Essa è piuttosto una scelta miope ed egoistica. Come la storia insegna, non è sempre stato così – ricorda Piketty – e anzi gli stati che oggi pretendono il pagamento dei debiti sono proprio quelli che in passato ne sono stati graziati.

Keynes blog

debito-pubblico1di Thomas Piketty

Bisogna sempre rimborsare i propri debiti? La risposta, secondo alcuni, è chiara: i debiti devono sempre essere rimborsati, non esistono alternative alla penitenza, soprattutto quando lo dicono le sacre tavole dei trattati europei. Eppure, una scorsa rapida alla storia dei debiti pubblici, tema appassionante e ingiustamente trascurato, mostra che le cose sono molto più complicate.

View original post 684 altre parole

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...