Presentazione del libro “Pace, Shalom, Salam. Israele-Palestina” di Marco Sini

VENERDI’ 20 marzo 2015, ore 18.00, sala conferenze della biblioteca comunale di Elmas sarà presentato il libro di Marco Sini Pace, Shalom, Salam. Israele-Palestina, Diario di viaggio ed altre annotazioni (13-20 maggio 2013), Edizioni CUEC – Collana Prospettive Idee.

Pace, Shalom_Sini“Siamo andati a visitare il campo profughi di Jenin. Il campo è stato istituito nel 1948 dalle Nazioni Unite ed è abitato da palestinesi che fino al 1948 abitavano in città e villaggi dove è stato istituito lo stato d’Israele e dai loro discendenti. Il campo era sorto come una grande tendopoli, tende che sono state gradualmente sostituite da abitazioni in muratura. Qui abbiamo incontrato molti bambini e visto una scuola calcio in piena attività con ragazzini che avevano magliette del Barcellona con la scritta Messi e del Milan con la scritta Balotelli. Siamo stati informati che in quel campo profughi nella giornata di ieri una pattuglia dell’esercito israeliano ha fatto irruzione facendo alcuni arresti. Forse anche per questa ragione, l’irruzione di due giorni prima, le persone che ci incontravano erano molto guardinghe, compresi i bambini che in genere formavano sempre una sorta di comitato di accoglienza al nostro passaggio”

Presiede e coordina:

Antonio Sitzia, presidente di “Equilibri, Circolo dei Lettori di Elmas”

Presentano:

Linetta Serri, già Presidente dell’ANCI Sardegna e consigliere regionale

Ottavio Olita, scrittore e giornalista

Raimondo Carta Raspi: storico, editore e organizzatore culturale negli anni venti del secolo scorso

VENERDI’ 6 febbraio 2015 – Proseguendo nel programma teso a collocare nella giusta luce i personaggi e gli episodi della nostra storia che meriterebbero maggior considerazione da parte dei contemporanei, il CID – Centro di Iniziativa Democratica, organizza un incontro dedicato alla figura di Raimondo Carta Raspi. L’incontro si terrà venerdì 6 febbraio a Cagliari, con inizio alle ore 18, presso i locali di Via Isonzo n.18.

Aprirà la discussione lo storico Luciano Marroccu. Interverranno: Gesuino Muledda dirigente politico; Salvatore Cubeddu storico del Sardismo; Marco Sini ANPI (Associazione Nazionale Partigiani Italiani) di Cagliari.

img458img452884250685162
RAIMONDO CARTA RASPI – Nella Sardegna dei primi decenni del novecento, mentre i fascisti operavano con la violenza e la corruzione per spegnere ogni forma di libertà, un giovane di appena trent’anni sceglie l’impresa culturale come strumento di lotta e di riscatto a favore della sua terra e della sua gente. Stampa e diffonde le opere che gli storici e i viaggiatori dell’ottocento avevano dedicato alla nostra Isola, pubblica libri di poesia e opere teatrali, raccoglie attorno a se altre energie e con loro dà vita ad una rivista che per otto anni riesce a sopravvivere nel regime che si è instaurato.E’ difficile trovare nella storia della Sardegna un altro esempio di imprenditore e di intellettuale che si sia adoperato a difendere, con la stessa efficacia, competenza e coraggio le idee di progresso sociale nelle quali credeva.