Bastoni e burattini 2013 si chiude con “Una storia d’Imelda” e “Poesie sparse”

Domenica 24 novembre

Teatro “Sa Lolla” in Vico Parrocchia, 11 – Sestu

sandroneitaloOre 17,00 – Teatro per bambini

FèMA Teatro

“Una storia d’Imelda”

con Elis Ferracini e Maurizio Mantani

Uno spettacolo con burattini che oggi racconta una storia di ieri, mai conclusa, anzi una storia presente” Lo spettacolo, che parla a grandi e piccini, propone alcune questioni legate al fascismo in Italia, alla lotta di Resistenza, alla Liberazione considerando quei tempi e quelle questioni mai passati né risolti, spostando quegli eventi dalla sfera di un mito che può apparire lontano ed intangibile alla concretezza del linguaggio popolare e divertente dei burattini…l’idea e il testo hanno avuto riconoscimenti informali importanti da parte di personalità della cultura nazionale. Elis e Maurizio, i burattinai, scoprono di avere una zia in comune, Imelda, nota affabulatrice di famiglia. Quella che i burattinai mettono in scena è una delle storie preferite dalla zia e che per questo ha ispirato il titolo dello spettacolo.

***

Ore 21,00 – Teatro per adulti con cumbidu

 “Poesie Sparse”

Spettacolo per le case

di e con Giuseppe Boy

Raccolgo poesie e le leggo. Le poesie si spargono, si diffondono nell’aria. Le leggo. Le dico, le suono, quasi le canto, le vivo. Il pubblico è seduto sulle poltrone, sui divani, sulle sedie di un qualsiasi salotto o di qualsiasi stanza di una qualsiasi casa. In casa è più facile creare una atmosfera informale e rilassata, intima e semplice, come la poesia. Il pubblico è un amico con cui condividere una piacevole serata, con cui parlare prima, durante e dopo lo spettacolo, mangiando insieme un boccone, bevendo insieme un bicchiere di vino, con la musica affianco. Perché la poesia è musica. (Giuseppe Boy)
Poesie sparse è spettacolo della vita all’insegna della condivisione di significati, sconfitte, sogni insperati e inseguiti irraggiungibili, possibili con il pubblico a tal punto che il poeta l’attore la poesia e la musica è tutt’uno con lo spettatore e viceversa. Un cercare e recuperare un rapporto che dal se naviga e sbarca sulla costa di un altro se. Puro coinvolgimento: un’isola che c’è in mezzo all’oceano di una società distratta, distante, semplicemente smarrita. (Cony Ray, scrittore e poeta)

“Bastoni e burattini” è promosso e organizzato dall’Associazione Le Compagnie del Cocomero. Per info e Prenotazioni: Tel. 070/262432 – mail: monpis@tiscali.it.

Bastoni e burattini 2013 prosegue con “Il Pesciolino d’oro” e “Amori da palcoscenico”

Domenica 10 novembre

Teatro “Sa Lolla” in Vico Parrocchia, 11 – Sestu

Bastoni e burattini 2013Ore 17,00 – Teatro per bambini

Le Compagnie del Cocomero

“Il Pesciolino d’oro”

con Rahul Bernardelli

Fiaba tratta dai Canovacci della Commedia dell’Arte. Fagiolino, il protagonista, in questa fiaba è un pescatore che va orgoglioso della sua meravigliosa pesca, ebbene sì, oggi gli è andata proprio bene, ha pescato un meraviglioso pesciolino d’oro; orgoglioso, decide di portare in dono il suo pescato al principe Lindoro, ma durante il suo viaggio incontra le maschere, Arlecchino, Brighella e Pulcinella che contrattano con Fagiolino per riuscire ad avere loro il Pesciolino; ma il nostro protagonista ne combinerà delle belle alle maschere che non avranno mai il pesciolino d’oro ma tante tante…Bastoni e burattini

Favola di tradizione familiare. Tramandata di burattinaio in burattinaio, offre ancora oggi una precisa valutazione del burattino tradizionale, lontano da schematismi museografici, con una intatta carica di ironia e di dirompente vitalità. Le tecniche di animazione, i trucchi scenici, la baracca ed i burattini rispettosi dell’iconografia tradizionale, travolgono gli spettatori con una girandola di trovate comiche, con partecipazione e divertimento per piccoli e grandi.

***

Ore 21,00 – Teatro per adulti con cumbidu

Teatro del Segno

“Amori da Palcoscenico” 

da Shakespeare, Goldoni, Rostand,…

Lo spettacolo. Giochi, drammi, passioni, schermaglie e turbamenti amorosi tratte dai classici del teatro e della letteratura. “Amori da palcoscenico” ha debuttato nell’ambito della stagione estiva 2002 e da allora ha percorso instancabilmente la Sardegna e l’Italia. In sei anni di repliche, 145 in tutto, “Amori da palcoscenico” e’ stato visto da oltre 8000 “ragazzi” di tutte le età, e ha toccato, tra le tante piazze, Mestre, Roma , Nuoro, Varese, Venezia, Genova, Oristano. Nel riallestimento del Teatro del Segno, appena completato, lo spettacolo si rinnova e acquista ulteriore freschezza scenica attraverso una maggiore interazione con il pubblico.  Tra un a scena e l’altra, ragazzi e adulti sono chiamati a giocare con gli attori fino a “portare” se stessi in scena, sapientemente guidati per mano dai “personaggi” della pièce che essi stessi hanno scelto tra quelle appena vissute. “Amori da palcoscenico” è un viaggio animato. Avvalendosi di pochi elementi essenziali per suggerire costumi o scenografie, gli attori viaggiano attraverso le scene teatrali giocando e ironizzando su se stessi e sui mestieri del teatro.

Info e Prenotazioni: Tel. 070/262432 – mail: monpis@tiscali.it